Recensione libro: Sviluppare applicazioni con Objective-C e Cocoa – Apogeo – 2009

43
51

Continuiamo la serie di recensioni dedicate ai libri per lo sviluppo di applicazioni iPhone in lingua italia, disponibili oggi sul mercato. Oggi tocca a: sviluppare applicazioni con Objective-C e Cocoa.

Facciamo una piccola analisi sul titolo: “Sviluppare applicazioni con Objective-C e Cocoa”.

Allora: “sviluppare applicazioni” fino a qui abbastanza chiaro, il libro spiega come sviluppare applicazioni, poi specifica: “con Objective-C e Cocoa” ma cosa rappresentano questi 2 nomi ? Forse qualcuno di voi cercava (se e’ capitato in questo blog, e in questo articolo) un libro sullo :”sviluppo di applicazioni iPhone o iPad” !! bè non avete sbagliato.. ora vi spiego.

Objective-C è il linguaggio di programmazione. Ma non è solo il linguaggio di programmazione dell’iPhone come forse qualcuno di voi sa, o pensa, è nato (quindi ancor prima della nascita dell’iPhone) come linguaggio di programmazione per i sistemi Mac OS X (ovvero i computer Mac desktop / portatili).

Cocoa ! Mi ricordo ancora agli inizi quando leggevo questa parola… mi domandavo ma che razza di nome e’ questo … e che significa: Cocoa è un insieme di “procedure” già create (tecnicamente lo chiameremo framework “libreria”) che messe a disposizione dello sviluppatore, lo solleveranno da tutta una serie di operazioni laboriose, meccaniche, ripetitive che in ogni programma altrimenti si dovrebbe andare a fare (ad esempio spiegare come disegnare una finestra, e dove mettere i pulsanti di chiusura, abbassamento ecc).

Bene… ora che abbiamo capito questo arrivo al dunque: l’autore di questo libro, ci insegna le basi della programmazione objective-C, facendoci vedere gli strumenti gia’ pronti del mestiere (Cocoa) ed applicati non al nostro iPhone ma alla base cioè tramite sviluppo su Mac OS X.

Questo non vuol dire assolutamente che non insegna a programmare per iPhone OS o iPad, perchè il linguaggio è il medesimo, ci fa capire da dove si deve partire.. da dove si e’ partiti per arrivare poi all’iPhone…

Apro una parentesi: Cocoa è una libreria Apple messa a disposizione per la programmazione sui Mac, per l’iPhone o l’iPad e’ stata creata una variante della libreria Cocoa per integrarla con tutta una serie di funzioni (che naturalmente un mac non ha) ed è stata chiamata Cocoa Touch.

Tornando al libro, a chi può servire questo libro:

A mio avviso a tutti i neofiti alle prime armi.. ancor prima di prendersi un libro specifico per programmazione iPhone. Per chi non sa niente buttarsi sulla programmazione diretta dell’iPhone può creare un po’ di confuzione.. (troppe sono le novita’, le tecnologie e i software adoperati).. Iniziare da qui vuol dire cominciare un passo per volta dalle fondamenta. Ovvero che linguaggio iPhone usa .. applicandolo poi a degli esempi pratici sul nostro Mac.

Servirà sicuramente a chi di programmazione ne sa, ma non direttamente quella legata al mondo Apple .. aiutera’ a rinfrescare la memoria su quella che e’ la logica adottata per la programmazione (programmazione orientata agli oggetti) e sarà utile per capirne la sintassi e la libreria a completamento delle nostre necessita’.

L’autore ci spiegherà come sviluppare un’applicazione (abbastanza semplice.. ma man mano in crescendo di funzionalita’ a seconda dei capitoli) che sostanzialmente sarà un texteditor su Mac.. , non troveremo nel primo capitolo una serie di “riferimenti teorici storici” sul linguaggio, ma inizieremo subito l’avventura con gli strumenti che ci verranno indicati di utilizzare a partire dal nostro Mac.

Per i primi 10 capitoli sarà un susseguirsi di spiegazioni orientate alla programmazione objective-C e applicate in pratica all’esempio che ci porteremo dietro in tutta la nostra avventura: Tutto sugli oggetti, Messaggi, Variabili, Gestione della Memoria e raccolta delle informazioni per finire alle Diramazioni (ovvero alle sintassi di scelta “if” “else”)..

Il Capitolo 11 e’ dedicato agli oggetti e alla  forza logica in essi contenuta ovvero l’incapsulamento e la capacita’ di integrarsi perfettamente per riutilizzi di codice da terze mani..

Il capitolo 12 viene dedicato alle view. Questo capito e’ applicato principalmente alle view dei sistemi Mac OS X che sono un po’ diversi da quelli dell’iPhone, ma sicuramente una sua lettura aiutera’ a capirne dei concetti chiave uguali ad entrambi i sistemi.

Il capitolo 13 è tutto dedicato a mondo Cocoa, non solo si studieranno i meccanismi di funzionamento, ma si analizzeranno alcuni principali oggetti.

Un capito degno di nota è il 14, dove l’autore (sapendo che in libro non ci può dare informazione di tutto il sapere sulla programmazione iPhone) ci da non solo indicazioni di alcuni concetti, oggetti, frameworks importanti ma anche dove andare a reperire nuove ed ulteriori informazioni attraverso i media odierni: intenet, twitter.. ecc.

Chiudo con l’Applendice A dedicato allo sviluppo iPhone OS dove con una piccola applicazione pratica, l’autore ci mostrerà il suo completo funzionamento.

Potete trovare il libro attraverso la casa editrice Apogeo online al seguente link.

Omaggio :

iPhoneandGo per chi fosse interessato offrirà questo libro come contest. Per partecipare basterà inserire un commento (un giudizio sull’articolo, un suggerimento, una critica.. o semplicemente “partecipo”) su questo articolo.

L’estrazione avverrà in modo del tutto casuale lunedì 17 cm.

Per voi iPhoneandGo.

43 COMMENTS

  1. Ottimo articolo, l’unico mio dubbio rimane relativo al fatto che se l’obiettivo è quello di imparare a programmare su iPhone/iPad è meglio abituarsi da subito a scrivere codice che gestisca l’allocazione della memoria… se la trattazione è relativa al mondo Mac probabilmente il tema non è affrontato… affrontarlo a posteriori secondo me potrebbe essere “pericoloso”… Riguardo al contest ovviamente partecipo…

  2. Ciao, sono Federica di Apogeo :)
    Innanzi tutto grazie per la recensione, accurata, completa e precisa.

    Vi segnalo anche la scheda del libro cartaceo sul nostro sito da cui è possibile scaricare in formato PDF l’indice, il Capitolo 1 e il Capitolo 2: spero possano esservi utili!

    FabrizioC, si tratta di una traduzione. Il titolo originale è “Beginning Mac Programming: Develop with Objective-C and Cocoa” di Pragmatic Programmers.

  3. Visto che sono alle prime armi per quanto riguarda lo sviluppo in ambiente MAC, e la documentazione non basta mai, partecipo…

  4. Articolo interessante soprattutto perché stavo proprio cercando un libro di… partenza.
    Io personalmente preferisco di gran lunga il python ma su Mac è complicato da usare (ed è un enorme svantaggio IMVHO) quindi volevo crearmi qualche base.

    Penso proprio che martedì lo acquisterò… se non lo avrò vinto. ^___^

LEAVE A REPLY