Come diventare sommelier in un paio di tap

Avete finalmente imparato a dosare sapientemente il sale nell’acqua di cottura dopo gli innumerevoli tentativi per capire a quanti grammi ammontasse in effetti il famoso pugnetto, avete bruciato una dozzina di volte il ragù prima di arrivare a stabilire quale fosse il punto ideale di cottura (quello in cui il sugo è denso q.b. e si sposa perfettamente con la carne), avete familiarizzato con mestoli e coltelli e comprato wok antiaderenti per esaltare il sapore delle verdure comprate sempre e rigorosamente di stagione e dal fruttivendolo sotto casa.

Avete bruciato buona parte delle vostre papille gustative per assaggiare se quel mezzo cucchiaino di cumino fosse sufficiente ad insaporire la zuppa bollente da voi messa a punto ed inventata, appassionandovi a mix di sapori ed immedesimandovi in uno chef provetto e, nella fase in cui cominciate davvero a convincervi del fatto che per raggiungere l’eccellenza ed essere riconosciuto nelle vostre acquisite abilità culinarie vi manchi solo la toque blanque, il buffo cappello da cuoco navigato.

Non vogliamo disturbare né infrangere i vostri sogni di gloria ricordandovi che per valorizzare ulteriormente il sapore delle vostre creazioni è necessario che queste siano degnamente accompagnate, e non ci riferiamo agli elogi ed ai mormorii di approvazione che fanno i vostri commensali dopo aver gustato il primo boccone, bensì al vino.

Che siate esperti sommelier con tastevin, in grado di abbinare sapientemente la giusta bottiglia ad ogni piatto, vinaioli in erba appassionati di degustazione o, semplicemente, inesperti ma curiosi e volenterosi di stupire gli ospiti a cena, ci sono diverse applicazioni che fanno al caso vostro e con le quali sbizzarrirsi.

Vini-Pietanze

Prima tra tutte Vini – Pietanze, disponibile anche per Apple Watch a 0.99 euro. Questa applicazione vi aiuterà ad individuare il nettare degli dei in grado di equilibrare ed esaltare il sapore del piatto che avete cucinato, senza imporvi il nome di un produttore o un’azienda vinicola bensì un numero orientativo di tre bottiglie, così da poter spaziare per genere, disponibilità e prezzo.

Una volta scaricata l’applicazione sarà sufficiente inserire il nome della pietanza per avere la lista dei vini che si sposano con quel piatto o, se volete seguire il procedimento inverso e cucinare in funzione di una bottiglia che avete in cantina, potrete inserire il nome del vino e divertirvi a scegliere tra le pietanze proposte.

***

Vivino: Scanner per il vino

Vivino: Scanner per il vino, invece, risolverà e dipanerà i vostri dubbi con un semplice click perché basterà fotografare l’etichetta della bottiglia che più di tutte ha attirato la vostra attenzione dagli scaffali del supermercato per ricevere informazioni, leggere recensioni e raccomandazioni degli oltre 10 milioni di utenti e scoprire infine prezzi ed abbinamenti.

Non dovrete più aggirarvi con sguardo smarrito nelle enoteche per scegliere esattamente ciò che stavate cercando ed inoltre potrete creare un account per salvare così le vostre ricerche senza correre il rischio di dimenticare il nome di quel vino che vi era piaciuto così tanto!

***

Vitae 2017

E se siete tra quelli che amano esplorare profili organolettici e cantine di rinomati produttori anche solo virtualmente, a vostra disposizione e per il vostro diletto personale c’è Vitae – la Guida Vini AIS, la guida ufficiale dell’Associazione Italiana Sommelier che vi affiancherà nel viaggio vitivinicolo tra circa 9mila vini e 2mila produttori, raccontandovi etichette, tecniche di produzione ed invecchiamento e giusti abbinamenti.

Che si stappino le bottiglie!

***

Per scoprire tutti gli articoli della rubrica è possibile visitare la seguente pagina: Cooking iPhone

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY